Venerdì 22 Settembre 2017

Appalti di Hera ed Hera Ambiente: il Comune di Cesena vuole approfondire le criticità

Lunedì 17 Luglio 2017

Il comune auspica il rapido avvio della gara per la gestione dei rifiuti

L’Amministrazione comunale di Cesena intende compiere approfondimenti sulle criticità segnalate dall’Anac (Autorità Nazionale Anticorruzione) in merito all’affidamento di alcuni appalti da parte di Hera ed Hera Ambiente, e per questo ha già preso contatti con i rappresentanti dei Comuni romagnoli nel consiglio di amministrazione della holding per chiedere la loro collaborazione nella verifica della situazione.


A dichiararlo il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi e l’Assessore all’Ambiente Francesca Lucchi in una lettera inviata oggi ai consiglieri comunali di Cesena per informarli dell’iniziativa assunta. Il Sindaco di Cesena e l’Assessore all’Ambiente sottolineano come questo episodio confermi la necessità di bandire al più presto la gara per la gestione dei rifiuti e riferiscono che Atersir, nella sua veste di ente appaltante, ha già pronti gli atti tecnici per le gare e provvederà alla loro pubblicazione in tempi brevi. Di seguito il testo integrale della lettera. Nei giorni scorsi ANAC – Autorità Nazionale Anticorruzione – ha pubblicato una propria delibera nella quale vengono evidenziate criticità negli appalti di Hera e di Hera Ambiente. Dalla lettura del testo si evince come le contestazioni siano relative ad affidamenti che, secondo ANAC, sarebbero stati effettuati limitando i necessari principi di libera concorrenza. Vogliamo fin d’ora condividere tale informazione con il Consiglio Comunale, con l’impegno comune di svolgere i necessari e dovuti approfondimenti, anche coinvolgendo i rappresentanti in Cda dei Comuni romagnoli, già contattati nelle ore successive alla pubblicazione della delibera, certi che gli organi preposti svolgano nel frattempo tutte le verifiche sugli atti contestati, nel principio della massima trasparenza. Questo episodio spinge una volta di più a considerare come il percorso di affidamento del servizio di gestione dei rifiuti debba procedere celermente verso la messa a bando. La delibera stessa di ANAC, infatti, evidenzia l’attuale regime di proroga come un limite importante, da superare velocemente. Tale processo sarà infatti fondamentale per meglio ridefinire i ruoli e legittimare un gestore ad operare su un vasto territorio, con regole chiare e definite. Il ruolo dell’Agenzia Regionale ATERSIR, quale ente appaltante, è perciò cruciale. La stessa Agenzia ci informa di come – nonostante la limitata dimensione della tecnostruttura, la complessità nella definizione di un servizio per un territorio ampio e diversificato (Ravennate, Cesenate e Parmense, dato che questi territori saranno i primi a veder pubblicare gli atti di gara contestualmente), la normativa che si è costantemente evoluta nel corso dell’ultimo anno e la complessità stessa degli atti in oggetto (si parla di un affidamento del valore di circa 60 milioni di euro per 15 anni, per i territori Ravennate e Cesenate, che assommano 35 Comuni con un bacino di utenza di oltre 600.000 abitanti) – gli atti tecnici per le gare siano pronti e prossimi alla pubblicazione. Sia sulle verifiche conseguenti alla delibera ANAC sia, naturalmente, sul percorso della gara per l’affidamento del sevizio di gestione rifiuti, comunicheremo tempestivamente ogni novità al Consiglio comunale.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it