Venerdì 16 Novembre 2018

Comune di Cesena. Gli ex uffici di Palazzo Guidi a disposizione del mondo associativo

Sabato 10 Novembre 2018

Nuova vita per l’ala di Palazzo Guidi occupata fino allo scorso anno dal servizio Statistica e Toponomastica del Comune. Ora questi spazi sono vuoti e l’Amministrazione comunale ha espresso la volontà di metterli a disposizione di alcune associazioni no profit del territorio per le loro attività. Prima però occorre riqualificare i locali che saranno destinati a questo utilizzo. Il progetto di recupero, per un importo complessivo di 70mila euro, è già pronto e nei giorni scorsi è stato approvato dalla Giunta Comunale.


“Abbiamo preso questa decisione – spiegano il Sindaco Paolo Lucchi e il Vicesindaco Carlo Battistini – alla luce delle richieste arrivate da varie associazioni, impegnate in diversi settori, di avere uno spazio idoneo per istituire la propria sede. A Cesena abbiamo la fortuna di contare su un universo associativo ricco e vivace e l’Amministrazione comunale si è sempre impegnata a collaborare con queste realtà, che rappresentano una risorsa preziosa per l’intero territorio. Già in passato abbiamo risposto positivamente alla loro richiesta di spazi e ora che gli uffici della Statistica sono tornati nel Palazzo Comunale abbiamo ritenuto di mettere a disposizione alcuni degli spazi che si sono così liberati per soddisfare le nuove richieste arrivate”.

 

“Per il momento – riferisce l’Assessora ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi - cominciamo a recuperare i locali posti all’ultimo piano (dove si trovavano gli uffici della Toponomastica), che non richiedono grossi lavori perché la parte impiantistica risulta ancora adeguata. Il progetto che abbiamo appena approvato prevede su questo piano la manutenzione dei serramenti, la revisione dell’impianto idrico-sanitario e dei servizi igienici, la sostituzione del pavimento in linoleum, la tinteggiatura. Interverremo anche sui serramenti del primo piano (che, però, in questa fase resterà inutilizzato) e del vano scala, per mettere al riparo la struttura da possibili infiltrazioni”.

 

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it