Lunedì 18 Marzo 2019

Cyber Lex ci spiega il business del diritto all’oblio

Martedì 12 Marzo 2019

Alzi la mano chi non ha mai cercato su Google il nome di una persona con la quale si ha avuto a che fare in una maniera o nell’altra. Si utilizza il motore di ricerca come spioncino della serratura per intrufolarsi nelle informazioni di chiunque altro.

Peccato però che non tutte queste informazioni siano pubbliche e Google diventa, così, uno strumento per invadere la privacy altrui. Può capitare, così, che una foto inappropriata sia stata diffusa senza la vostra autorizzazione, oppure che una notizia di cronaca locale sia visibile a tutto il mondo attraverso i primi risultati di ricerca Google. Quando qualcuno si accorge che su Google ci sono informazioni private, inesatte, obsolete o “scomode” per la propria reputazione, si chiede come fare per eliminare il proprio nome dai risultati di ricerca. Non è molto semplice, ma sparire da Google si può, ed alcune aziende ne hanno fatto un business. Una di queste è Cyber Lex, start up di servizi informatici e legali che si occupa principalmente di cancellare i risultati di ricerca Google illegittimi e di ottimizzare le informazioni positive sul motore di ricerca per conto di aziende e liberi professionisti, attraverso servizi di ingegneria reputazionale o “web reputation”.

“Cyber Lex è nata 2 anni fa nel laboratorio di ricerca di Syrus Industry, una prestigiosa software house italiana con 20 anni di esperienza nei servizi di ottimizzazione dei siti web per i motori di ricerca - ci riferisce dalla sua sede di Roma l’Avv. Domenico Bianculli, responsabile area legale di Cyber Lex. “A differenza dei nostri concorrenti, non ci occupiamo soltanto di rimuovere link dai risultati di ricerca Google, essendo quest’ultima una strategia che, a detta dei più grandi CTO europei, è divenuta obsoleta per via dell’ammodernamento dei motori di ricerca e dell’impossibilità di ottenere un risultato definitivo, soprattutto quando si cerca di cancellare notizie da Google.” Da Cyber Lex ci spiegano che il diritto all’oblio non è un business, ma uno strumento per implementare altri servizi di web reputation, come l’ottimizzazione del proprio nome sul motore di ricerca. “Nessuna Legge permette di sparire definitivamente da Google - continua l’Avv. Domenico Bianculli di Cyber Lex - perché Google non è un sito al quale ci si registra, ma una tecnologia che scandaglia ininterrottamente il web ed organizza dei risultati di ricerca in base ad una serie smisurata di fattori, che quasi nessuno conosce per intero”. E’ un pò come il segreto della ricetta della Coca-Cola: tutti conoscono gli ingredienti ma nessuno, appunto, la ricetta. Offrire al mercato un servizio di cancellazione link da Google potrebbe essere controproducente, perché non sappiamo come Google si possa comportare dopo la cancellazione di quel link, e quali altri informazioni della persona interessata si possano diffondere.

La strategia migliore è quella della web reputation. “I procedimenti di cancellazione link da Google - conclude l’Avv. Bianculli - sono numerosi. Il mio studio legale applica, laddove sia possibile, il General Data Protection Regulation; lo studio tecnico applica invece le Norme Google per i Webmaster. Pensate che abbiamo cancellato più link con i procedimento Google per i Webmaster che non con l’Autorità per la protezione dei dati personali o i Tribunali competenti”. Per questo motivo, cancellare link indesiderati ed ottimizzare pagine web sono due attività che vanno a progetto. La vera web reputation secondo Cyber Lex è proprio quella che permette di addomesticare il motore di ricerca e diffondere informazioni corrette e “positive” nelle prime pagine. Ricordate però che ricostruire Google non è una passeggiata: diffidate di coloro che vi promettono di risolvere il problema in 48 ore o di “penalizzare” i link negativi qualora non si riescano a cancellare con gli strumenti offerti dalla Legge. Attività di questo genere, meglio inserite nelle discipline SEO (Search Engine Optimization) del web marketing, ottengono il risultato nel lungo periodo e chiedono una profonda conoscenza di Google e dei siti web che si devono ottimizzare. Anche per questo motivo, forte dell’esperienza di Syrus Industry, Cyber Lex ha condotto con successo attività di web reputation e risolto problemi reputazionali su Google anche per aziende ed imprenditori che non avevano diritto a “rimuovere i link”.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it