Lunedì 27 Maggio 2019

Agricoltura. Coldiretti E-R: i giovani della Regione sono sempre più attratti dal lavoro in campagna

Venerdì 19 Aprile 2019

Arriva l’approvazione alla graduatoria del quarto bando a sostegno dei giovani in agricoltura e Coldiretti Emilia Romagna esprime "soddisfazione per la conferma di una forte tendenza da parte degli degli under 41 della nostra regione a voler lavorare in campagna. Sono 442 le domande di premio per il primo insediamento in agricoltura (o collegate) ammesse a finanziamento dalla Regione, per un totale di 24,8 milioni di euro". 

 

Di queste 442 domande accolte 211 provengono da Coldiretti, un dato che secondo loro "attesta i giovani associati attorno alla metà (48%) degli “esordienti” in campagna della nostra regione. Una cifra del tutto in linea con quanto successo negli ultimi quattro anni” commenta Coldiretti Emilia Romagna. "Nei primi 4 bandi infatti, dal 2015 al 2018, su un totale di 1.263 giovani insediati, oltre il 50% sono di Coldiretti. Sono complessivamente 3.300 giovani che in Emilia Romagna hanno investito in agricoltura, settore in cui l’occupazione giovanile risulta in costante crescita, con le nuove generazioni sempre più disposte a sognare un futuro in campagna". 

 

"La rinnovata attrattività della campagna per i giovani – sottolinea Coldiretti Emilia Romagna – si riflette nella convinzione comune che l’agricoltura sia diventata un settore capace di offrire e creare opportunità occupazionali e di crescita professionale, peraltro destinate ad aumentare nel tempo. Non a caso secondo un’analisi Coldiretti/Censis, oltre otto italiani su dieci (82,1%) sarebbero contenti se il proprio figlio lavorasse in agricoltura con la percentuale che sale addirittura all’86,2% se si considerano i soli genitori laureati, dalla quale emerge anche che appena il 5,4% delle mamme e dei papà sarebbe contrario a vedere il figlio in campagna".

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it