Cesenatico. Alice Bike MyGlass: un 2019 con 3 ori e tanta sfortuna

Più informazioni su

L’Alice Bike MyGlass, la “famiglia ciclistica” condotta paternamente dalla famiglia Savini, ha concluso l’ottava stagione di militanza nel ciclismo giovanile, categoria Juniores. Un’annata caratterizzata da gioie e dolori: innanzitutto i tre ori – due con Mattia Casadei ed uno con Patrick Casadio – a cui si sommano i due argenti (con Crociati e Casadei) e i sette bronzi (due con De Angeli, due con Negrini, due con Bonacci ed uno con Casadei). Ma non passano inosservati gli infortuni che hanno costretto Vittorio e Claudio Savini e Francesco Satta a fare a meno per due terzi di stagione di Andrea Ostolani (doppia frattura alla clavicola sinistra, a maggio e luglio) e nella prima parte di stagione dello stesso Casadei (vittima della mononucleosi), costretto poi da una caduta a saltare il Giro della Lunigiana. Una caduta ha tagliato fuori nel periodo clou della tarda estate anche Patrick Casadio, mentre Sedrit Facja ha perso più di un mese in primavera per la frattura del polso.

Una stagione conclusa con 57 punti nella classifica di rendimento a squadre su strada, terza società in Emilia-Romagna dopo l’Angelo Gomme Villadose e il Gs Cadeo. Oltre alle tre vittorie (due in Abruzzo ed una nelle Marche, (a Sant’Omero di Teramo, Campocavallo di Osimo e Guarenna di Casoli) non vanno dimenticati il titolo di campione provinciale di Forlì-Cesena conquistato il 19 maggio da Matteo Negrini, la partecipazione al tricolore su strada con la rappresentativa regionale, nella quale è stato selezionato Patrick Casadio, e le convocazioni in azzurro, per due stage di allenamento rispettivamente su strada e su pista, ottenute da Mattia Casadei ed Elia Bonacci.

Dispiaceri a parte, quella del team di Cesenatico è stata una stagione da ricordare sotto vari punti di vista. Innanzitutto perché i gialloneri, guidati dalla presidente Maria Sberlati Savini, marchiano ogni attività con il ricordo indelebile di Marco Pantani. Infatti Paolo e Tonina Pantani sono affezionati tifosi e sostenitori dell’Alice Bike MyGlass, attraverso la Fondazione Pantani. A seguire, è stata una stagione emozionante per il “tifo” che staff, corridori e famiglie fanno per Michael Antonelli, più volte ricordato ed incitato sui palchi di gara nel corso di quest’annata. Michael continua la sua personale lotta per risorgere dalla caduta alla Firenze-Viareggio del 2018, ed in particolare Maria e Vittorio Savini sono vicinissimi alla famiglia in ogni esigenza.

“Vogliamo ringraziare uno ad uno gli undici corridori che, con impegno e dedizione, hanno vestito la nostra maglia in questa stagione – affermano Maria e Vittorio Savini, a nome dello staff -. Cominciamo da chi termina il biennio da Juniores, che siamo certi sarà propedeutico ad una vita innervata nei valori del ciclismo: i passisti Elia Bonacci e Davide Crociati, i passisti-scalatori Patrick Casadio, Patrick Della Chiesa e Matteo Negrini. Poi gli atleti del primo anno, che costituiranno l’ossatura della formazione 2020: i passisti veloci Mattia Casadei ed Andrea Ostolani, lo scalatore Marco De Angeli, i passisti Sedrit Facja e Mattia Urbinati, il pistard Alessio Grillini”. Cinque gialloneri – Bonacci, Casadei, Casadio, Grillini e Ostolani – hanno svolto attività anche su pista, frequentando il Velodromo “Servadei” di Forlì per allenamenti e gare.

Nelle ultime settimane è stato definito anche il “roster” del 2020, che vedrà complessivamente dieci corridori: i sei riconfermati più quattro 17enni, che verranno presentati ai primi di novembre, prima dell’inizio della preparazione invernale, che anche quest’anno sarà curata dalla sport trainer Emanuela Donati.

In questi mesi, l’Alice Bike MyGlass ha ulteriormente rafforzato il proprio legame con il territorio romagnolo, grazie ad operazioni di visibilità nelle quali sono stati coinvolti gli stessi corridori. La risposta, in termini di sostegno, da parte di realtà importanti come Romagna Iniziative è la testimonianza di quanto il ciclismo giovanile sia ancora un volano promozionale importante. Inoltre, a fianco dei due sponsor principali Alice Bike e MyGlass, il team di Cesenatico ha coinvolto nuove realtà, come l’azienda vinicola Amaracmand di Sorrivoli, il Ristorantino di Cesenatico, oltre agli sponsor tecnici che forniscono l’abbigliamento sportivo, gli accessori e la componentistica. In particolare, il maglificio Alexander Bike Wear di Gatteo e Salice Occhiali. I gialloneri hanno pedalato (e continueranno a pedalare anche nel 2020) su biciclette Bottecchia messe a punto nell’officina del negozio Alice Bike, accessoriate con telaio T1 Endurance, gruppo Shimano Ultegra e ruote Fulcrum.

Contribuiscono a vario titolo alla causa dell’Alice Bike MyGlass anche Ben Nevis Calzature, Officina Savini, Cesenatico Camping Village, Cooperativa Stabilimenti Balneari di Cesenatico, Carrozzeria Castellani Mauro, Sidermec spa, Sicograf, Romagna Banca Credito Cooperativo, Panathlon Club Cesena, Ristorante Pizzeria Capo del Molo, Bagno Venere Lido di Classe.

Il Trofeo MyGlass. Una menzione speciale va a MyGlass Romagna – il ramo locale del colosso di riparazione e sostituzione di cristalli per auto – nelle persone di Giuseppe, Vincenzo ed Alessia Segesta – che oltre a sostenere economicamente il team giallonero, hanno organizzato per la terza edizione il Trofeo MyGlass per juniores, disputato lo scorso 25 aprile a Savignano sul Rubicone.

Il team Alice Bike MyGlass comunica che sulla pagina Facebook “Alice Bike My Glass Junior Cycling Team” (www.facebook.com/alicebikemyglasscyclingteam) è possibile trovare notizie e foto di tutti gli appuntamenti. Inoltre, è attivo un account Instagram “alicebikemyglass”.

Più informazioni su