Unione Rubicone e Mare: al via il percorso per la realizzazione dell’Ufficio Europa

L’Unione Rubicone e Mare al lavoro per costituire il primo ufficio Europa del territorio del Rubicone. Grazie al finanziamento ottenuto partecipando al bando regionale a sostegno degli interventi di promozione della cittadinanza europea (L.R. n. 16 del 2008), i nove comuni hanno avviato un percorso di formazione e studio al fine di creare un ufficio specializzato al servizio dell’Unione, dei suoi cittadini e delle imprese del territorio.

Il primo step ha riguardato la formazione per dipendenti e amministratori dei nove comuni con il percorso “A scuola d’Europa”: tre giornate di lezione, 16 ore intensive, svoltesi a metà novembre, cui hanno preso parte 9 dipendenti e 9 assessori dei comuni componenti l’Unione al fine di acquisire competenze e conoscenze per intercettare i finanziamenti europei. Il team docenti, composto da Gianluca Sarti di Ask Development, Alessandro Anghileri, di Finproject, Lodovico Gherardi, funzionario della Regione Emilia Romagna e Luciano Natalini, consulente finanziamenti comunitari, ha approfondito il tema dei finanziamenti pubblici, la storia dell’Unione Europea e dei programmi comunitarie, le modalità della progettazione europea.

“Per circa 20 anni i territori e le comunità della Provincia di Forlì-Cesena hanno beneficiato delle attività svolte dall’Ufficio progetti Europei della Provincia. – spiega il Presidente dell’Unione Luciana Garbuglia – Fin dagli anni ’90 con i progetti transnazionali Envirem, Bridge e Casa Europa, la Provincia di Forlì-Cesena è stata un avamposto della progettazione europea in particolare sui temi dei trasporti sostenibili, del turismo, dell’inclusione sociale, della salvaguardia ambientale del mare, della cultura ecc. Tra questi, ad esempio, il progetto Seemore, sulla mobilità sostenibile in alcune aree turistiche costiere dell’Europa, che ha coinvolto Cesenatico, San Mauro Mare e Gatteo Mare. Oggi per assicurare uno sviluppo strategico del nostro territorio è necessario continuare a intercettare risorse europee e quindi aderire ai bandi e a tutte le opportunità che ci offre l’Europa”.

“I finanziamenti europei sono un’opportunità e una fonte di finanziamento imprescindibile per dare corso alla progetti che come Unione abbiamo intenzione di realizzare – aggiunge Letizia Bisacchi, sindaco di Gambettola con delega ai progetti europei nell’Unione – E’ quindi importante dotarsi di un ufficio in grado di intercettare i bandi e sviluppare progetti da candidare, con personale specializzato e dedicato. Si tratta di una sfida importante per la nostra Unione ma è la risposta necessaria alle esigenze del nostro territorio. Il prossimo step è lo studio di fattibilità propedeutico alla creazione dell’Ufficio Europa dell’Unione Rubicone e Mare”.