Asili nido obbligatori in ER: Baldazzi smentisce fake news e incontra elettori al mercato di Cesena con Bonaccini

Più informazioni su

Priya Baldazzi, candidata cesenate alle regionali nella lista civica Bonaccini Presidente, smentisce un articolo recentemente comparso sul web, nel quale si riporta che il centro-sinistra vorrebbe rendere obbligatoria la frequenza agli asili nido regionali.

“Questa è una fake-news, che purtroppo ha avuto molta eco in rete”, afferma Baldazzi. Nell’informazione circolata sul web si sostiene che “La famiglia viene giudicata meno titolata dello Stato a garantire un’adeguata educazione ai figli: stiamo superando Sparta, la polis più statalista dell’antica Grecia, che espropriava le famiglie dei figli quando raggiungevano i 7 anni di età”.

La candidata, al contrario, sottolinea come la famiglia sia un tema rilevante nel programma della sua lista: “Come madre credo che la famiglia sia e debba rimane un valore imprescindibile ed intoccabile per la nostra comunità. E affinchè possa esserlo in maniera sempre più completa è doveroso offrire alle donne che hanno figli l’opportunità di vivere, se lo desiderano, una realizzazione piena anche nel lavoro, dato che l’Emilia-Romagna è seconda a livello nazionale nel tasso di occupazione femminile (63,4% dati ISTAT, 2019). La proposta di Stefano Bonaccini, per la quale sono già stati stanziati 18 mln di €, ha consentito ai comuni di dimezzare o azzerare le rette degli asili nido. Nel programma elettorale si parla di rinforzare tale misura per giungere alla gratuità degli asili nido, la cui iscrizione rimane sempre facoltativa, al fine di armonizzare e valorizzare il lavoro femminile con l’impegno famigliare”.

Questo e altri punti del programma elettorale saranno oggetto di un incontro insieme allo stesso Presidente Stefano Bonaccini a cui saranno presenti Priya Baldazzi e Claudio Vicini, mercoledì 8 gennaio al mercato di Cesena alle ore 9.30.

 

Più informazioni su