Controlli dei Carabinieri sul territorio: arrestato a San Mauro Pascoli 48enne residente a Verona, con precedenti

Più informazioni su

Nel pomeriggio del 17 novembre, militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cesenatico hanno arrestato un 48enne, cittadino nigeriano residente a Verona, censito penalmente, per falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità personale. Controllato  dai militari operanti a San Mauro Pascoli a bordo di un’auto condotta da un altro cittadino extracomunitario, alla richiesta di esibire un documento di identità, essendone sprovvisto, avrebbe riferito false generalità e, a conferma dei dati anagrafici dichiarati, li confermava sul modello di autocertificazione prevista da DPCM del 3 novembre 2020.

Il successivo accertamento foto-dattiloscopico effettuato presso la caserma dei Carabinieri ha consentito di accertare la reale identità dell’uomo e la falsità dei dati forniti all’atto del controllo, motivo per cui è stato dichiarato in arresto. Dell’accaduto è stata data tempestiva comunicazione alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Forli’, nella persona della P.M. in turno – dott.ssa Sara Posa -, la quale ha disposto il trattenimento dell’uomo presso le camere di sicurezza della compagnia Carabinieri di Cesenatico, in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida della misura, celebratasi il 18 novembre, all’esito della quale, con rito direttissimo, l’uomo è stato condannato a 6 mesi di reclusione, pena sospesa.

Inoltre, al termine delle attività prettamente giudiziarie, accertata la posizione di irregolarità sul territorio nazionale del cittadino straniero, per la quale veniva anche deferito in stato di libertà per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello stato, venivano avviate le necessarie e previste procedure di espulsione, d’intesa con l’ufficio immigrazione della questura di Forli’–Cesena, all’esito delle quali, il questore del capoluogo ha disposto l’espulsione dal territorio nazionale del cittadino nigeriano, entro 7 giorni.

In ultimo, l’uomo è stato anche contravvenzionato con sanzione amministrativa di euro 400,00, ai sensi del DPCM 3 novembre 2020, trovandosi, all’atto del controllo, in comune diverso da quello di residenza senza una plausibile giustificazione.

Più informazioni su