Quantcast

Cesenatico. Inaugurato il murales che decora la casa “Al Gelso” di Bagnarola

È stato svelato l’11 aprile, con una inaugurazione in forma ristretta, il murales che decora la casa “Al Gelso” di Bagnarola”. L’opera è stata interamente finanziata dalla Regione Emilia-Romagna e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nell’ambito del progetto “Coloriamo il futuro: per un cambiamento che parte dai giovani”. L’associazione “L’Albero della vita APS”, in rete con l’Associazione Homo Viator, ha promosso e realizzato il murale potendo anche contare sul supporto del Comune di Cesenatico per quanto riguarda la parte burocratica e i rapporti con la sovraintendenza che ha autorizzato l’intervento. A realizzare il disegno è stato il writer Emanuele Battara in arte BURLA.

Momenti di confronto tra giovani e anziani hanno definito la tematica da rappresentare. Alcuni disegni prodotti hanno evidenziato il legame e le esperienze vissute in questo luogo. È emerso un tema comune: la casa “Al Gelso” come spazio di incontro intergenerazionale. I volontari dell’associazione hanno provveduto a ripristinare e a tinteggiare il muro, mostrando ai ragazzi la ricchezza del servizio volontario a favore degli altri e della comunità.

Le parole del Sindaco Matteo Gozzoli e di Emanuela Pagliacci, presidentessa dell’associazione “L’albero della vita APS”

“Abbiamo voluto fare questa ristretta inaugurazione, chiusa al pubblico e rispettando tutte le norme, per un murales molto significativo. L’impegno dell’associazione “L’Albero della Vita APS” è una risorsa importante per il nostro territorio e per il tessuto sociale di giovani e anziani”, il commento del Sindaco Matteo Gozzoli.

“Il disegno rappresenta un leggero tocco di dita, tra un nonno e una bambina, simbolo dell’importanza della relazione e del passaggio di esperienze e conoscenze. Sullo sfondo un ramo di gelso, pianta simbolo di questo luogo”, spiega Emanuela Pagliacci, presidentessa dell’associazione “L’Albero della vita APS”.