Quantcast

Festa della Repubblica, il 2 giugno torna il concerto della banda di Cesena

Era il 2 giugno del 1946, quando l’Italia, sulle macerie della Seconda Guerra Mondiale, iniziava a scrivere una nuova pagina della sua storia. In occasione del 76esimo anniversario dalla nascita della Repubblica Italiana, giovedì 2 giugno, come da tradizione, sarà riproposto alla cittadinanza il tradizionale concerto della banda città di Cesena che avrà luogo dalle ore 17 ai Giardini pubblici cittadini.

“Quello del 2 giugno – commenta il Sindaco Enzo Lattuca – è un appuntamento immancabile con la storia che continua a vivere nel nostro presente: quest’anno celebreremo il 76esimo anniversario del referendum istituzionale del ‘46 e dell’elezione dell’Assemblea costituente, due passaggi che gettarono le basi per il futuro dell’Italia democratica e repubblicana. Un giorno storico anche per Cesena che ha raccolto un risultato elettorale di tutto rilievo a livello nazionale con il 91,29% di preferenze a favore della Repubblica. In quella data inoltre per la prima volta si recarono alle urne anche le donne, un traguardo importante che ha sancito per l’Italia l’avvio del progresso e della parità. Oggi, a distanza di 76 anni, ci troviamo ad affrontare un presente complesso a livello internazionale, ed europeo, che mette in discussione questi saldi valori e che ci richiama con fermezza alla coesione. È per questa ragione che – prosegue il Sindaco – il 2 giugno rappresenta per tutti noi una data significativa che sentiamo il dovere di condividere soprattutto con i nostri giovani perché rimanga sempre vivo lo spirito che ha portato gli italiani, uomini e donne, a scegliere la Repubblica con il loro voto”. La scelta dei cesenati per la Repubblica fu chiara e netta: votò il 95% dei 41 mila aventi diritto, e ben il 91,29% si espresse a favore della Repubblica.

A partire dalle ore 17 di giovedì 2 giugno, dopo il saluto del sindaco Enzo Lattuca, la banda musicale “Città di Cesena” eseguirà, in apertura, l’Inno di Mameli, e a seguire: “Jubilant” di  A. Ulrich; “Nabucco ouverture” di Giuseppe Verdi; “il Gladiatore” di R. Philippe; “Souvenir di Napoli” di M. Marzi; “The Clown” di Nino Rota; “Farandole da Arlesienne” di G. Bizet; De André for band F. Arrigoni; “Virginia” di J. de Hann; “Va pensiero” da Nabucco. Dirige il Maestro Jader Abbondanza. È possibile prendere parte all’evento liberamente e senza prenotazione.

Nella mattinata del 2 giugno inoltre, alle ore 10, l’Amministrazione comunale proporrà una passeggiata condotta dal professore Franco Spazzoli alla scoperta della storia e dell’arte di Palazzo Albornoz, sede del Comune di Cesena. L’iniziativa intende celebrare la Festa della Repubblica nel compimento del 76esimo anno dal Referendum monarchia-repubblica e far conoscere il patrimonio storico e artistico di Palazzo Albornoz, “Casa Comune” dei cesenati. La visita prevede una durata di 60-90 minuti e il seguente percorso: loggiato, atrio, scalone monumentale, salone del piano nobile, Sala Nera, ex Sala Giunta e Sala degli Specchi. Ritrovo alle ore 10 sotto il Loggiato, davanti all’ingresso principale. La partecipazione è gratuita e sarà aperta ad un massimo di 25 persone. Prenotazione obbligatoria presso l’Ufficio Turistico IAT Cesena (piazza del Popolo): 0547 356327 | iat@comune.cesena.fc.it.

Inoltre, nella mattinata del 2 giugno, il Comune di Cesena parteciperà con una propria rappresentanza alle celebrazioni istituzionali che si terranno a Forlì.