Al via l’operazione plastic free in 12 sedi di CNA Forlì-Cesena: investimento di oltre 15mila euro

Più informazioni su

È sempre più concreto l’impegno di CNA Forlì-Cesena a favore di un modello di impresa sostenibile a 360 gradi. Oltre a essere impegnata da anni nei progetti di rigenerazione urbana per l’efficientamento del patrimonio immobiliare e di creazione di filiere del riciclo capaci di trasformare i rifiuti in risorse, in questi giorni in dodici sedi del territorio provinciale è scattata l’operazione “plastic free”.

In ciascuna sede saranno collocati purificatori d’acqua e consegnate ai trecento dipendenti e collaboratori di CNA Forlì-Cesena borracce in metallo, liberando così completamente i luoghi di lavoro dalle bottigliette di plastica. Grazie a un investimento di oltre 15.000 euro sarà possibile eliminare ogni anno 16.922 bottiglie di plastica, tra i prodotti d’uso quotidiano più impattanti a livello di inquinamento ambientale.

“Da sempre CNA è in prima linea per sostenere modelli imprenditoriali green attraverso servizi specifici e buone pratiche quotidiane che possono fare la differenza a tutti i livelli – afferma il presidente di CNA Forlì-Cesena Lorenzo Zanotti – se con il progetto di rigenerazione urbana offriamo alle imprese agevolazioni e supporto per ristrutturare gli immobili esistenti, attraverso i servizi ambientali le affianchiamo nella trasformazione di scarti di lavorazione in nuove materie prime. Anche nel caso del progetto plastic free siamo disponibili a supportare percorsi personalizzati per le singole aziende”.

La scelta di introdurre borracce in metallo per l’approvvigionamento di acqua al posto delle bottigliette di plastica è stata accolta con favore dal personale di CNA Forlì-Cesena, da tempo coinvolto in prima persona in una gestione del lavoro rispettosa dell’ambiente attraverso buone pratiche quotidiane.

“I grandi cambiamenti passano dalle piccole rivoluzioni di ogni giorno – sottolinea il direttore generale di CNA Forlì-Cesena Franco Napolitano – e fortunatamente chi lavora nelle nostre sedi non solo è sensibile al rispetto ambientale, ma spesso è promotore o suggeritore di scelte intelligenti che contribuiscono a creare un ambiente di lavoro positivo. Non è una novità per CNA, se pensiamo che l’impianto fotovoltaico nella nostra sede di via Pelacano risale a oltre 12 anni fa. Ridurre i rifiuti porta anche benefici aggiuntivi: la digitalizzazione di numerosi servizi ci ha permesso un uso migliore del tempo e minore consumo di carta, l’eliminazione della plastica può aiutarci a sentirci in maggiore sintonia con i luoghi nei quali trascorriamo gran parte delle nostre giornate”.

Più informazioni su