Cesenatico. Piano asfalti 2019: in partenza i lavori nel forese. Dal 2017 interventi sulle strade per oltre 2.100.000 €

Più informazioni su

E’ partita quest’oggi 22 luglio, dalla frazione di Villalta il piano asfalti 2019 approvato dalla Giunta comunale nei mesi scorsi e per il quale sono stati messi a bilancio 600.000 €.

Dal Comune sottolineano che si tratta di un corposo piano di manutenzioni che coinvolgerà circa 40.000 mq di stradee 1.000 mq di marciapiedi.

Visto il periodo i lavori si concentreranno, inizialmente, nell’area del forese con la zona di Villalta interessata e, a seguire, le vie Carlona, Boscabella e Montaletto nella frazione di Cannucceto.

La progettazione degli interventi è stata eseguita da Cesenatico Servizi che si occuperà di coordinare in loco i lavori; lavori che, a seguito della gara di appalto espletata dal Comune di Cesenatico, sono stati affidati alla ditta I.C.G. s.r.l. con sede a Curtatone (MN) per un importo di 433.913,49 € (a cui occorre sommare gli oneri di sicurezza oltre iva).

“Con il piano asfalti 2019 confermiamo il nostro obiettivo di realizzare una corretta manutenzione stradale – afferma l’assessore ai lavori pubblici Valentina Montalti – prosegue, infatti, il nostro impegno per la riqualificazione e la manutenzione di diverse parti della nostra città.

“A partire dal 2017 – conclude il Sindaco Matteo Gozzoli – abbiamo stanziato per la sola manutenzione delle strade oltre 2.100.000 €, una cifra che supera di gran lunga quella stanziata negli anni precedenti. A questa cifra, già di per sé consistente, si sono aggiunti 386.000 € impiegati per la messa in sicurezza dei percorsi ciclabili di via Mazzini, via Saffi e viale Roma; non dimentichiamoci dei 400.000 € dedicati alla sistemazione dei marciapiedi in Viale Carducci nel tratto da piazza Marconi fino a viale Dante.

Si tratta di cifre importanti per un tema molto sentito dai cittadini; infatti, nonostante l’impegno costante nel triennio, sono numerose ancora le richieste di Comitati di Zona, Associazioni e cittadini, a dimostrazione che il lavoro da fare è ancora tanto.”

Più informazioni su