Il sindaco Lattuca: “Tempi burocratici celeri riconosciuti dai vertici del gruppo di Pievesestina. Salvini e la Lega si informino”

Più informazioni su

Un nuovo magazzino a conduzione totalmente automatica e all’insegna della qualità della cooperativa agroalimentare cesenate Orogel. In questi giorni il Sindaco Enzo Lattuca, accompagnato dall’intera Giunta e da alcuni Dirigenti dell’Amministrazione comunale, ha visitato il nuovo sito Orogel denominato “Orogel 3” che sorge in Via Dismano all’interno dell’area di produzione di Pievesestina.

“E’ un orgoglio per noi – commenta il Sindaco Enzo Lattuca – poter vantare una grande cooperativa come Orogel sul nostro territorio. Si tratta di una realtà che negli anni è cresciuta reinvestendo gli utili e garantendo un benessere diffuso, un’alta qualità del prodotto lavorato e un welfare continuo per i dipendenti”.

“La crescita di Orogel – prosegue Lattuca – avviene anche grazie all’impegno del Comune di Cesena da sempre al fianco delle imprese del territorio e impegnato a contrastare i lenti tempi della macchina burocratica. Questo ambizioso progetto, modello di una lavorazione 4.0,  ha mosso i primi passi nell’ottobre 2014 con la presentazione del Piano urbanistico attuativo. Nel giro di 10 mesi l’iter burocratico è stato portato a termine con l’approvazione del Pua nel maggio 2015 e la successiva stipula della convenzione. Tempistica apprezzata dagli stessi vertici Orogel”.

In soli 8 mesi dunque è stata consentita la realizzazione  anche dell’ultima parte dell’Accordo di Programma siglato fra Comune di Cesena e Orogel nel 2001 per lo sviluppo di due nuovi comparti produttivi in via Dismano, destinati ad ampliare il primitivo insediamento. Il primo comparto era stato concluso, il secondo invece era rimasto fermo e il Piano Particolareggiato relativo ad esso, pur essendo stato approvato nel 2002, era scaduto nel maggio 2012. La macchina dei lavori si è poi messa in moto nell’autunno 2014, quando Orogel ha presentato al Comune la richiesta di approvare il Piano Attuativo relativo alle Opere di Urbanizzazione, prevedendo di realizzare circa 45.000 mq. di edifici per la produzione e la conservazione di alimenti surgelati, un’area parcheggio e un’area a verde pubblico. A fine dicembre dello stesso anno tale istanza è stata integrata con la richiesta di approvare, insieme al Piano Urbanistico, anche i relativi Permessi di Costruire dei 5 fabbricati e da quel momento gli uffici tecnici del Comune hanno garantito in pochi mesi il raggiungimento del traguardo.

“Non ci ritroviamo quindi – aggiunge il Sindaco – in quanto detto da Matteo Salvini lunedì nel corso della sua visita a Orogel. Nel maggio 2015 è stato lo stesso Ad di Orogel Bruno Piraccini a manifestare apprezzamento per la celerità con cui è stato portato a termine dal Comune di Cesena tutto l’iter burocratico definito ‘complesso e laborioso’.  Certo Matteo Salvini, che non conosce il nostro territorio non poteva sapere, ma ci meraviglia apprendere che tra i banchi della Lega non sia il solo a ignorare i meccanismi della macchina burocratica.

“Queste tempistiche rapide saranno replicate – conclude Lattuca – per progetti di sviluppo che verranno avanzati in futuro da Orogel e da tutte le imprese che garantiscono lo sviluppo del nostro territorio”.

 

Più informazioni su