Coronavirus. Polizia di Cesenatico denuncia uomo a spasso con cane in spiaggia

Altra denuncia, da parte della Polizia Locale di Cesenatico, a carico di un quarantaseienne milanese con domicilio a Cesenatico che passeggiava con il cane non in prossimità della propria abitazione nei pressi dello stabilimento balneare “Marè”.

E’ accaduto nella mattinata del 21 marzo 2020, verso le 10. La pattuglia, che da qualche giorno ha attivato il servizio di controllo in spiaggia, ha intercettato l’uomo di origini lombarde chiedendogli le ragioni della sua presenza in spiaggia. Lo stesso ha affermato che stava facendo una passeggiata per consentire al cane di espletare le funzioni fisiologiche.

Di fatto la distanza era ben oltre “la prossimità del proprio domicilio o abitazione” secondo le disposizioni del decreto governativo e dell’ordinanza della Regione Emilia Romagna del 18 marzo 2020.

L’allontanamento dalla propria abitazione deve svolgersi a qualche centinaia di metri di distanza, mentre la persona fermata era ben oltre a questo limite. Per tale ragione l’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Forlì ai sensi dell’art. 650 del codice penale procedendo nei confronti del soggetto all’identificazione, all’elezione di domicilio e alla nomina del difensore.

L’utilizzo di quad, in quanto mezzo agile e veloce, permette alla Polizia Locale di Cesenatico di percorrere in breve i 7 km di arenile di Cesenatico, e controllare non solo la spiaggia, ma anche i Giardini al mare e altre zone verdi, consentendo così un controllo capillare del rispetto delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid 19.

“Prosegue senza soste il controllo serrato – commenta Il Sindaco Matteo Gozzoli – i nostri agenti svolgono servizio in maniera serrata e continua e per questo li ringrazio. Invito i cittadini a seguire le disposizioni al fine di evitare assembramenti di un qualsiasi genere”.