Quantcast

Super Green Pass obbligatorio. Cosa cambia da lunedì 10 gennaio

Più informazioni su

Scatta domani, lunedì 10 gennaio, l’obbligatorietà del Super Green Pass  (che si ottiene se si è vaccinati o guariti dal Covid, ed ha durata di 6 mesi ) decisa dal Governo con il Decreto legge del 29 dicembre: Super green pass per trasporti e mezzi pubblici, ma anche ristoranti all’aperto, alberghi, piscine, piste da sci e stadi.

DOVE È RICHIESTO

Il Super green pass è richiesto in zona bianca, gialla e arancione per accedere ad attività e servizi, fino al 31 marzo 2022:
– salire su aerei, treni e navi
– prendere il trasporto pubblico locale
– entrare in alberghi e strutture ricettive
– partecipare a feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose
– partecipare a sagre e fiere
– accedere a centri congressi
– accedere a servizi di ristorazione, anche all’aperto
– prendere impianti di risalita con finalità turistico-commerciale, anche in comprensori sciistici
– accedere a palestre e piscine, partecipare a sport di squadra, accedere a centri benessere, anche all’aperto
– entrare in centri culturali,  centri sociali e ricreativi, anche all’aperto
– musei e mostre
– parchi divertimento

Anche per accedere a strutture residenziali, socio-assistenziali, socio-sanitarie e hospice bisognerà essere muniti di Green pass rafforzato e test antigenico rapido o molecolare eseguito nelle 48 ore precedenti l’accesso, con esito negativo, oppure vaccinazione con terza dose.

MASCHERINE

In tutte le fasce (zona bianca, gialla, arancione) è in vigore fino al 31 gennaio 2022 anche l’obbligo di indossare le mascherina anche all’aperto. È necessario usare le Ffp2 per gli spettacoli aperti al pubblico che si svolgono all’aperto e al chiuso in teatri, sale da concerto, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo (e altri locali assimilati), in caso di eventi e competizioni sportive che si svolgono al chiuso o all’aperto; su tutti i mezzi di trasporto a lunga percorrenza, aerei, navi, treni; su tutti i mezzi di trasporto pubblico, autobus, tram, metropolitane.

COSA CAMBIA DAL 20 GENNAIO

Scatterà invece dal 20 gennaiofino al 15 giugno, l’obbligo di Green Pass base (ottenibile con la prima dose, guarigione o con un tampone antigenico valido 48 ore o con un tampone molecolare valido 72 ore) per accedere alle attività di servizi alla persona come parrucchieri, barbieri ed estetisti.

Dal 1° febbraio anche per accedere a pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari, attività commerciali. Saranno esclusi gli alimentari e le farmacie.

OBBLIGO VACCINALE PER OVER 50 e LAVORATORI

È previsto l’obbligo vaccinale per tutti i cittadini, anche quelli stranieri residenti in Italia, che hanno dai 50 anni in su. L’obbligo è già in vigore: per chi non si vaccina entro il 1° febbraio scatta la sanzione.

Dal 15 febbraio scatta obbligo di Green Pass rafforzato per tutti i lavoratori (pubblici e privati) e i liberi professionisti di almeno 50 anni. Chi non è ancora vaccinato dovrà effettuare la prima dose del vaccino entro il 31 gennaio per ottenere un Green Pass rafforzato valido a partire dal 15 febbraio (il certificato verde è rilasciato subito dopo la prima dose ma è attivato il quindicesimo giorno successivo alla somministrazione)

Più informazioni su