Quantcast

A Marina di Ravenna arriva la Cosplay Night con ospite Sunymao. “Un cosplayer è un artista”

Piazza Dora Markus si animerà con musica e stand a tema fumetto e cultura pop richiamando tutti gli amanti di videogiochi e cartoni animati giapponesi “anime”

Più informazioni su

La Cosplay Night arriva a Marina di Ravenna, come prima tappa a livello nazionale. Piazza Dora Markus, nel week-end dal 3 (a partire dalle 18:00) al 5 giugno, si animerà con musica e stand a tema fumetto e cultura pop richiamando tutti gli amanti di videogiochi e cartoni animati giapponesi “anime”. I partecipanti potranno sfidare amici e avversari con i divertenti giochi da tavolo, che saranno predisposti in un’apposita area della piazza, e si potrà assistere a sfilate a tema Disney e Star wars. Tutti gli eventi saranno presentati da un ospite di eccezione Sunita Zucca, in arte Sunymao, cosplayer e showgirl da oltre 15 anni, diplomata alla scuola di fumetto come animatrice di cartoni animati e cantante lirica. Sunymao ha unito studi e passione divenendo cantante e volto televisivo della prima edizione di All Togeteher Now, reality televisivo musicale italiano condotto da Michelle Hunziker, basato sull’omonimo format di gara canora. Sunymao faceva parte della giuria tecnica, insieme al rapper e cantautore J-Ax.

SunymaoSunymao con Michelle Hunziker

Sunymao

Sunymao con Michelle Hunziker

Sunymao

Sunymao con J-Ax

“Essere un cosplayer – spiega Sunymao – vuol dire indossare il costume di un noto personaggio e interpretarne movenze, gesti, make up. È in sostanza l’arte del saper improvvisare e perché no anche del recitare su un palco. Il termine è l’unione di due parole ‘costume’ e ‘player’ e nasce in America negli anni ’70, per poi diffondersi come tendenza soprattutto in Giappone, con i fumetti e i film ‘anime’ giapponesi. In Italia la figura del cosplayer sta prendendo piede da diversi anni, grazie alla diffusione di serie tv, film e videogiochi. È esploso nel mondo nerd e tra i ragazzi più giovani diventando un vero e proprio cult del momento. Oggi infatti molti cosplayers si ritrovano nelle piazze, fiere, dove si organizzano gare e competizioni per la scelta del migliore personaggio maschile e femminile. Anche a Marina di Ravenna si terrà una gara per nominare il miglior cosplayer in assoluto, e poi ancora il miglior personaggio maschile e femminile. Al primo andrà un buono Amazon da 100 euro, alle altre due categorie uno da 50 e poi ci saranno targhe per gli altri partecipanti alla competizione. Inoltre si svolgerà anche una parata con tutti i personaggi Disney”.

“Solitamente il cosplayer realizza da solo il suo abito, come nel mio caso, ma può anche acquistarlo su vari siti online. Alcuni costumi, proprio perché realizzati a mano, diventano così pezzi unici, molto particolari e ricercati. Quindici anni fa sono diventata famosa indossando i panni di Pocahontas. È un personaggio infatti a cui sono molto legata, che mi ha portato a partecipare come concorrente ad un programma tv condotto da Teo Mammuccari. Ha rappresentato in sostanza il mio primo esordio in televisione. Un secondo personaggio – continua Sunymao – è Chibiusa di Sailor Moon, con cui ho partecipato a All Togeteher Now come membro della giuria insieme a J-Ax. Chibiusa e la partecipazione a questo reality mi ha dato tantissima visibilità, anche perchè gli spettatori si divertivano nel vedermi di fianco di J-Ax, mentre parlavamo e scherzavamo. Un terzo personaggio a cui sono molto legata è Kirin protagonista di “The Pet shop of horrors”, anime giapponese. Anche in questo caso, ho realizzato interamente da sola il costume. Per Kirin devo dire che è stato più difficile rispetto agli altri perchè indossa una veste molto ricca di dettagli. Con lei ho partecipato e vinto diverse competizioni ‘cosplay’. Oggi la mia vita ruota intorno a questa professione: sono cantante lirica, showgirl e presentatrice di eventi Cosplay, in giro per l’Italia”.

Sunymao

Pocahontas

Pocahontas

Chibiusa

Sunymao

Kirin

“L’evento di Marina di Ravenna è una prima edizione che speriamo di replicare in altre città, ci aspettiamo tante persone anche da fuori città e Regione. C’è tanta voglia di ritornare a far festa dopo le limitazioni imposte dalla pandemia. Sono convinta che l’arte del cosplayer aiuti tantissimo le nuove generazioni. Non si tratta di un fenomeno pericoloso come alcuni pensano, tutt’altro. Incoraggia i ragazzi a poter esprimere se stessi, le proprie passioni e a superare certi ostacoli, come può essere la timidezza, improvvisando e cimentandosi sopra un palco.  È un hobby che può rafforzare l’indole e il carattere di ognuno. Con le gare da cosplayer inoltre si può vivere un clima di sana competizione e conoscere persone, che magari condividono la tua stessa passione o amore per un personaggio o serie tv” conclude Sunymao.

 

 

Più informazioni su