Biblioteca Malatestiana di Cesena. Nuova fase di lavori per la realizzazione dell’ascensore e dei servizi igienici

Più informazioni su

Il cantiere del terzo lotto si amplia nell’ala ovest della Biblioteca Malatestiana, presso lo scalone che conduce al Primo piano, con un intervento all’interno degli spazi in uso. Si tratta della costruzione di un nuovo ascensore, di fronte alla porta di ingresso da Piazza Bufalini, lato via Montalti, che collegherà la Biblioteca ragazzi al piano terra e il piano della Biblioteca antica, consentendo un accesso più agevole ai visitatori della Malatestiana Antica e al pubblico delle conferenze della Sala Lignea. Lo stesso ascensore supererà il dislivello della Biblioteca ragazzi. È inoltre prevista anche la realizzazione di nuovi servizi igienici al primo piano e il rifacimento di quelli della Biblioteca ragazzi. La fine di questi lavori è prevista per il prossimo maggio.

“Contrariamente a quanto accaduto finora con i lavori in un’ala separata della Malatestiana – precisa il Sindaco Enzo Lattuca – questo intervento sarà più visibile e percepibile dagli utenti. L’obiettivo è di non chiudere i servizi ma di confermare gli ampi orari di apertura, di ridurre al minimo i disagi e di poter fare affidamento sulla collaborazione di tutti, accettando un aumento della rumorosità nelle prime settimane, dedicate alle demolizioni. Siamo di fronte a un intervento per sua natura importante: non solo dal punto di vista dell’abbattimento della barriere architettoniche in un luogo pubblico e molto frequentato come la Biblioteca Malatestiana. Desidero infatti evidenziare anche l’importo dell’intervento del terzo lotto che ammonta a 2.950.000 euro (1.200.000 dei quali finanziati dai contributi europei POR FESR). I nuovi spazi, 1.000 metri quadri recuperati (metà del Primo piano e il Piano terra), daranno una risposta efficace e funzionale alle nuove esigenze e contribuiranno a rafforzare la nostra ‘Casa dei libri’, come Renato Serra definì la nostra Biblioteca, quale punto di riferimento dei cesenati, e non: il 2019 ha segnato una svolta decisiva per la Malatestiana Ragazzi, ad esempio. Gli spazi raddoppiati con aree funzionali alle diverse fasce di utenza, gli arredi rinnovati e un nuovo ingresso dedicato (in via Montalti) hanno influito positivamente sull’accessibilità e sulla crescita dei servizi”.

Nello specifico al Primo piano cambieranno gli ingressi e la disposizione degli uffici, con il trasferimento temporaneo di una parte dei dipendenti coinvolti dai lavori in corso nella Sala San Giorgio, mentre non sono in programma modifiche per la Sala consultazione e manoscritti, per la biglietteria/bookshop, per la Sala lignea, né per le visite guidate (se non l’esclusione per alcuni mesi del bassorilievo di San Giorgio dal percorso di visita).  Per quanto riguarda invece gli spazi della Malatestiana Ragazzi, non si potrà accedere ai servizi igienici (con possibilità di utilizzo degli altri dedicati al Piano terra). In parallelo a questo rinnovamento degli spazi, la Malatestiana prosegue ad offrire i suoi apprezzati servizi: prestito, consultazione, spazi studio, conferenze, incontri, visite guidate.

 

Più informazioni su