Quantcast

Al via il ‘Giardino della Poesia Libri’ a San Mauro. Tre serate, quattro volumi, un fil rouge: Giovanni Pascoli

Tre serate, quattro volumi, un fil rouge: Giovanni Pascoli. Prima di tutto per il luogo che ospita le serate, il Giardino della sua Casa natale, poi per le tematiche degli eventi che mettono al centro parole e opere su Zvanì.

Tutto questo nella “prima” di ‘Giardino della Poesia Libri’, la grande novità dell’estate sammaurese, promosso da Sammauroindustria nell’ambito della rassegna estiva del Comune di San Mauro Pascoli. A introdurre le serate il sindaco Luciana Garbuglia e il Presidente di Sammauroindustria Daniele Gasperini.

Si parte lunedì 6 giugno alle 20.45 nel Giardino della casa natale del poeta con due volumi sotto il segno di Giovanni Pascoli. Rosita Boschetti, direttrice del Museo Casa Pascoli, presenta il fresco di stampa ‘L’anarchico gentile. Giovanni Pascoli rivoluzionario tra manifesti sovversivi e carte della prefettura’ (Ponte Vecchio, 2022). Insieme a lei Francesca Sensini, autrice di ‘Pascoli maledetto’ (Il Nuovo Melangolo, 2020).

Boschetti, dopo avere fatto luce sull’omicidio di Ruggero Pascoli, pone la sua attenzione su un altro aspetto poco conosciuto della complessa biografia del poeta: gli anni giovanili di più intensa partecipazione politica, con particolare attenzione all’impegno del poeta nell’Associazione Internazionale dei Lavoratori dal 1876 al 1879. Il titolo: perché gentile? Perché l’amico internazionalista Giambattista Lolli confessa in una lettera che deve proprio a Pascoli quel “po’ di gentilezza che so”, ovvero che da lui aveva imparato la gentilezza dei modi. Il poeta era descritto ruvido ed affabile, timido e allo stesso tempo spavaldo. Il libro attinge da numerose fonti inedite incrociando carte della polizia, cronache dei giornali dell’epoca, manifesti di propaganda politica e articoli scritti dai giovani redattori socialisti, tra cui probabilmente figura lo stesso poeta.

Diversa la pubblicazione di Francesca Sensini, docente di Italianistica all’Università della Costa Azzurra, col ‘Pascoli maledetto’. Nel volume sostiene la tesi che Pascoli è il “nostro” poeta maledetto e che quindi che debba essere ricondotto a quella temperie estetico-filosofica, studiato in una prospettiva risolutamente europea. Pascoli maledetto, dunque, à la Verlaine e a modo suo, con un’originalità che ne fa un maestro unico della poesia europea moderna. Pascoli maledetto, al di là dell’immagine pubblica rassicurante e dell’elaborazione di un codice poetico stratificato e criptato, tutto da decifrare.

Il cartellone Giardino della Poesia Libri

La serata è il primo di tre incontri del cartellone che prosegue lunedì 13 giugno alle 20.45 con Maurizio Mazzurco, Luciana Raggi e Fabio Sebastiani curatori del volume collettivo ‘Amicizia virale. Un entente secréte. Poemetto collettivo in ottave’ (Edizioni Progetto Cultura, 2021).

Lunedì 20 giugno serata con Silvio Ramat autore di ‘Elis Island. Poesie da un esilio’ (Mondadori), alla presenza della studiosa dell’Università di Bologna Elisabetta Graziosi.

In caso di maltempo gli incontri si svolgeranno nella Biblioteca comunale Giovanni Pascoli.

Le serate sono organizzate da Sammauroindustria, associazione pubblico-privato che raccoglie le principali aziende calzaturiere del distretto di San Mauro Pascoli (Casadei, Giuseppe Zanotti, Pollini, Sergio Rossi), la scuola del Cercal e il Comune di San Mauro Pascoli.