Vito in “La felicità è un pacco”, vita spericolata di un negoziante ai tempi di Amazon. Il 28 giugno a Villa Torlonia

Più informazioni su

Un nuovo appuntamento martedì 28 giugno alle 21.00 con Reverso, che si svolge per il terzo anno nella Corte Estiva di Villa Torlonia / Parco Poesia Pascoli, con Vito in “La felicità è un pacco (vita spericolata di un negoziante ai temi di Amazon)”, di Francesco Freyrie e Andrea Zalone. La storia narrata è quella di un proprietario di un negozio di elettrodomestici, Icilio Simonazzi, dove non entra più nessuno.

Da quando è esplosa la moda dell’e-commerce, gli acquisti sul web, la sua vita è rovinata. In un mondo in cui tutto si può ordinare con un click sul cellulare, televisori, rasoi elettrici, felpe e persino le tagliatelle al ragù, Icilio è diventato utile come un paio di moffole da sci alle Maldive.

La smania dell’ordine on-line non ha solo messo in ginocchio la sua attività, ma gli ha devastato anche la famiglia: la moglie è stata investita da un rider e ha perso la memoria, la figlia vive scaricando serie tv barricata nella sua camera sempre in attesa che arrivi il cibo ordinato con Just Eat.

Un bel giorno Icilio decide che è arrivato il momento di reagire e mette in atto la sua personale e folle “Resistenza” alla modernità.

Lui, un piccolo negoziante, dichiara guerra ai colossi delle consegne a domicilio e si trasforma in un comicissimo e furibondo Don Chisciotte che sfida, con la lancia del “politicamente scorretto”, i mulini a vento dei nuovi bisogni che il web ha creato e senza i quali sembriamo non riuscire più ad essere felici.

Vito, oltre a interpretare Icilio Simonazzi, porta in scena un’esilarante galleria di personaggi che hanno contratto la nuova e devastante malattia del secondo millennio: il click compulsivo.

Dall’ordinatore seriale di Sushi al prete social, fino al fancazzista fashion-victim da bar che si sposta solo sul monopattino elettrico. Vito incarna l’estremo tentativo di ribellione alle storture dell’era digitale, conscio che, con il dilagare dello sharing di beni di largo consumo, non solo il capitalismo ha vinto sul comunismo ma gli ha anche fottuto il know how per fare profitto.

Una volta si era contro la proprietà privata, tutto doveva essere di tutti. Era lo Stato a dover pensare ai nostri bisogni. Oggi lo fanno Amazon, Foodora e Car to go.

La regia è di Daniele Sala. La produzione di Charlotte srl.

BIGLIETTI REVERSO 2022 / Biglietti in vendita su www.liveticket.it/reverso / Biglietto intero € 17 – ridotto € 15. La biglietteria di spettacolo è aperta dalle 19.00 / Nella prevendita online è possibile usufruire di Bonus Cultura e Carta del Docente.

Più informazioni su