Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Le regole per un trasloco senza stress: è più facile di quanto credi

Pensi che il trasloco sia un incubo? Che non ci siano speranze di non vivere un periodo di stress allo stato puro? Ti sbagli, il trasloco non è sempre questo, ma può anche essere un cambiamento che si svolge tranquillamente e a cuor leggero. Per fare in modo che sia così, basta prendere le giuste misure e non fare alcuni errori banali, ma purtroppo molto diffusi. Cerchiamo di capire qual è il modo giusto di affrontare questo passaggio della vita a cui prima o poi tutti si devono sottoporre: vediamo i tre punti chiave di un tranquillo e riuscito trasloco di casa.

 

1) Ci vuole un piano

Quello che ti serve è un buon piano d’azione: l’organizzazione farà in modo di ridurre al minimo le cattive sorprese, tempi morti e sprechi di energie. Non importa se ti rivolgi a una ditta di traslochi o se pensi ti arrangerai da solo, in tutti i casi è fondamentale organizzarsi bene e con giusto anticipo. È indispensabile, quindi, organizzare gli oggetti in scatole per ambiente, apponendo un’etichetta sulla stanza di destinazione.
Ogni oggetto, soprattutto se fragile, deve essere imballato bene cosicché sia al sicuro. I mobili vanno etichettati allo stesso modo indicando cambi di destinazione, se dovranno subire modifiche o se andranno smaltiti. Lavorando d’astuzia prima, organizzando passo per passo si avrà poi un trasloco più facile.

 

2) Ridurre i costi sì, ma con coscienza

Quando si prende in considerazione il costo trasloco, molto spesso di fa l’errore di guardare la cifra preventivata dalla ditta professionale senza però considerare tutto l’insieme di questa operazione. Nel costo di un’azienda di professionisti, infatti, ci sono diversi elementi da considerare: la ditta opera in tempi rapidi e in tutta sicurezza sia per gli arredi, che per gli immobili e le persone.
Smontare e rimontare mobili, spostare elettrodomestici pesanti, trasportarli non è affatto facile e può essere pericoloso. Questo non c’è specificato nel preventivo presentato, ma chi sceglie di arrangiarsi deve tenere in considerazione a che cosa rinuncia e a cosa va incontro. Per trasportare tutto da una casa all’altra, inoltre, occorrono mezzi adeguati. La classica automobile, benché familiare, non serve molto. Una ditta può dare un aiuto parziale, ma anche svolgere tutto dall’inizio alla fine: in base alle esigenze e al budget, quindi, ognuno può scegliere la soluzione più adatta al proprio caso.

 

3) Burocrazia, scadenze e tempistiche

Se abiti in centro città, specialmente in città come Roma o Milano, può essere che tu debba richiedere dei permessi per attraversare ed entrare in ztl o per sostare a lungo in zone in cui di norma non sarebbe permesso. Se ti affidi a una ditta di traslochi, sarà questa a occuparsi di tutto e la burocrazia sarà un pensiero in meno. Se sei in affitto o comunque devi liberare la casa entro una data precisa, accordati bene con chi di dovere per avere la certezza di rispettare i tempi. Nel fai da te le incognite sono tantissime, per questo è opportuno fare le cose con molto più anticipo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di CesenaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.