Quantcast

Il settore Agricoltura nelle province di Forlì-Cesena: nel 2020 si riducono le imprese agricole attive

Più informazioni su

Con l’analisi dei dati 2020 inerenti la struttura e l’andamento del settore Agricoltura nelle province di Forlì-Cesena e Rimini, prosegue l’attività di analisi economica dell’Osservatorio della Camera di commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini, dopo la pubblicazione del “Rapporto sull’Economia 2020 e scenari” dello scorso marzo.

l settore AgIricoltura in provincia di Forlì-Cesena

Il settore agricoltura della provincia di Forlì-Cesena genera il 4,5% della ricchezza provinciale (valore aggiunto a prezzi base e correnti, fonte Istituto Tagliacarne). Gli occupati del settore agricolo provinciale (fonte ISTAT indagine forze di lavoro media annua 2020) sono il 10,3% di quelli totali (di cui il 73,1% dipendenti). Esso si inserisce in differenti attività nella catena del valore agroalimentare e a monte del settore alimentare. Al suo interno sono individuabili comparti d’eccellenza e di specializzazione a livello nazionale, quali l’avicoltura e l’ortofrutta.

Con riferimento al 31/12/2020, nel Registro Imprese risultano attive 6.338 imprese agricole che rappresentano il 17,4% delle imprese attive in provincia (13,7% in Emilia-Romagna e 14,1% in Italia) e il 10,2% degli addetti alle imprese attive. La flessione delle imprese attive a livello provinciale (-1,4% rispetto allo stesso periodo del 2019) risulta maggiormente contenuta di quella rilevata in regione (-1,8%) ma peggiore di quella nazionale (-0,8%).

Il 76,9% delle imprese agricole è costituita come ditta individuale, a testimoniare l’elevata diffusione di imprese diretto-coltivatrici a carattere familiare.

Le stime della produzione lorda vendibile (PLV) del 2020, elaborate dall’Ufficio Informazione economica della Camera di commercio della Romagna, riportano un valore assoluto di tale aggregato pari a 522,3 milioni di euro correnti (-0,4% rispetto alla PLV del 2019). Tale variazione è la risultante di un incremento nel corso dei prezzi medi (+2,8%) e di un effetto quantità negativo (-3,2%). La PLV media per ettaro (in produzione) è pari a 10.900 euro.

Con riferimento al 2020, le coltivazioni erbacee (pari al 21,4% della PLV totale) registrano un aumento della relativa PLV (+7,8%); le coltivazioni arboree (13,5% l’incidenza) sono state caratterizzate da una contrazione della PLV (-12,7%), mentre la PLV per il comparto della zootecnia (pari al 66,1% del totale e che comprende la produzione di carni e le produzioni animali) risulta stabile. All’interno della zootecnia, la PLV del comparto avicolo è in flessione del 4,0;. la PLV del pollo da carne, che costituisce più dei due terzi di quella avicola provinciale, è in flessione del 3,8% per effetto della contrazione del prezzo medio durante l’anno in esame (-3,5%). In aumento la PLV delle uova (+10,4%).

Con riferimento al comparto della Pesca, infine, al 31/12/2020, in provincia di Forlì-Cesena si contano 88 imprese attive, in aumento di 4 unità rispetto al 2019. Esse costituiscono l’1,4% del totale delle imprese del settore agricoltura e l’1,5% dei relativi addetti. Nel 2020, nel mercato ittico di Cesenatico sono stati commercializzati 10.724 quintali di prodotto (-31,3% rispetto all’anno precedente) per un valore di 5,5 milioni di euro (-9,1%).

 

Più informazioni su