Il Gruppo Lega di Cesena contesta il no dell’Amministrazione comunale sulla richiesta di posticipare la data delle elezioni

Più informazioni su

“Chiusura totale della Giunta Lattuca di fronte alla richiesta della Lega di far slittare di due mesi la data delle elezioni di Quartiere e di non accorparle al referendum del 29 marzo. Risibili le ragioni addotte in Consiglio comunale per giustificare il responso negativo. Eppure proprio l’obiettivo del nuovo regolamento, quello di aumentare la ‘partecipazione’, avrebbe richiesto tempi utili per sensibilizzare e coinvolgere gli abitanti dei quartieri, per lo più disillusi sulle reali possibilità di contare qualcosa” riporta una nota Gruppo della Lega in Consiglio comunale.

“Partecipazione – abbiamo dichiarato in Aula – non può essere solo una formula buona per i media e la propaganda elettorale. Partecipazione è stare tra la gente e la Lega lo sa bene. Quasi nessuno conosce il regolamento dei Quartieri approvato lo scorso dicembre e cosa comporti. Il sospetto è che ad avere la possibilità di partecipare alle elezioni sia un solo concorrente, che ha già i propri terminali consolidati nel territorio. Il vero obiettivo dell’amministrazione sarebbe dunque quello di mantenere saldamente nelle proprie mani un organismo decentrato, con la funzione di cassa di risonanza dell’attività della Giunta e di controllo nei quartieri. ‘Tutto cambia perché nulla cambi’: una verità sacrosanta se applicata all’attuale amministrazione cesenate che sta scivolando in modo plateale proprio sulla parola d’ordine ‘partecipazione’” conclude la nota.

Più informazioni su