Cesena, piazza della Libertà: giunta annuncia esenzione della tassa di occupazione del suolo pubblico per eventi

Piazza della Libertà, ovvero il palcoscenico della nostra città. Non ha dubbi l’Assessore all’Economia del territorio Luca Ferrini che, volgendo lo sguardo al Centro storico di Cesena, condivide con la cittadinanza le direttive fornite dalla Giunta comunale con l’obiettivo specifico di un rafforzamento delle azioni di promozione e di valorizzazione del centro storico. È proprio per questa ragione che la Giunta per il 2020 ha individuato in Piazza della Libertà il palcoscenico che ospiterà eventi, attività e iniziative di intrattenimento, animazione di richiamo. “La vera vocazione della nostra Piazza – commenta l’Assessore Ferrini – è ludico-commerciale e culturale ed è per questo che per favorire eventi e manifestazioni ricreative e culturali la Giunta ha approvato l’esenzione dalla tassa di occupazione del suolo pubblico per ogni progetto presentato e approvato. Abbiamo a disposizione un ampio spazio urbano che si presta, come in parte già avviene, all’organizzazione di eventi e di momenti di aggregazione per tutti. In diverse occasioni Piazza della Libertà è diventata il fulcro delle iniziative ed è qui che i cesenati si riuniscono anche per far divertire i propri bambini, penso ad esempio al martedì grasso con tutti i bambini e le bambine che giocavano tra loro e con le proprie maschere”.

La decisione intrapresa si colloca nel piano dei Progetti per lo sviluppo del Centro Storico con una conseguente riqualificazione urbana che prevede una regia per la valorizzazione del centro storico come luogo dedicato alla socialità, alla cultura, e per la messa in campo di interventi per lo sviluppo e la qualità del centro e in generale delle aree commerciali della città, nell’ambito di un piano marketing territoriale. “Alla base di questa decisione – prosegue l’Assessore – si colloca un’azione utile alla piena fruibilità di questo ampio e nuovo spazio cittadino in una logica di animazione del centro storico affinché una maggiore vivibilità e frequentazione garantiscano una maggiore opportunità di visibilità dell’offerta commerciale”. L’invito è dunque rivolto a gruppi e associazioni che con i loro eventi potranno contribuire, in maniera fattiva, a incrementare e arricchire il calendario delle iniziative programmate ed in fase di programmazione.