Quantcast

Le Rubriche di CesenaNotizie - La posta dei lettori

Il M5S di Cesena sul progetto della nuova stazione

Più informazioni su

Si apprende in data 12 maggio 2021 dai media locali in pieno stile “collaborativo” della giunta Lattuca che l’amministrazione comunale di Cesena candida il progetto della nuova autostazione (previsto nell’ambito del PRU Europa) e quello di riqualificazione di Piazzale Karl Marx al bando ministeriale che consente ai Comuni di richiedere contributi per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale.

La Giunta ha deciso di partecipare al bando con un unico progetto, dell’ammontare complessivo di 10 milioni di euro.

Il progetto, nella sua interezza, prevede che la stazione degli autobus venga addirittura spostata da piazzale Karl Marx, alla nuova area su viale Europa e che l’attuale piazzale delle corriere venga smantellato e recuperato diversamente.

“Diversamente ” è segno che per l’ennesima volta non si hanno le idee chiare visto che il recupero non ha attualmente un fine preciso.

La stazione è da tempo oggetto di segnalazioni da parti diverse del mondo della città ma nessuna di queste segnalazioni ha portato ad azioni concrete, se non un intervento con fondi regionali mal spesi a nostro avviso giusto 20 mesi fa.

Anche questa volta il motore trainante/pensante non sono idee o visioni del futuro della città ma soldi che potrebbero arrivare da un bando ministeriale neanche a farlo apposta per recuperare aree degradate come non sembravano esserlo agli occhi di Ferrini e Lattuca fino a qualche settimana fa.

Chissà cosa penserà chi avvallò il finanziamento regionale di un anno e mezzo fa? Si chiamava “Un’altra stazione”, per la quale la Regione concesse un contributo complessivo di 133 mila euro su una spesa totale di 190 mila euro.

Il progetto, che si inseriva nel Piano esecutivo di gestione 2019-2021 con l’obiettivo di migliorare la sicurezza urbana, di contrastare il degrado e di migliorare la viabilità, riqualificare l’area, in continuità con le altre azioni già intraprese fu presentato da Lattuca e dalla consigliera regionale Lia Montalti a settembre 2019.

La domanda del M5S di Cesena è semplice, se la stazione necessita di un intervento che a nostro avviso non deve per forza essere così impattante e onirico, allora lo si programma e progetta per farlo a prescindere da finanziamenti, per il bene di città e cittadini.

Se invece la stazione va bene con i nuovi lampioni, telecamere e murales belli e “disincentivanti per la malvivenza” (cit.) allora lasciamo tutto com’è.

La confusione è ormai oltre ogni limite di comprensione; gli amministratori dicano ai cittadini una volta per tutte qual’è il loro pensiero a riguardo, in futuro non mancheremo di chiedere risposte nelle sedi opportune, consci che diversamente il silenzio imbarazzato sarebbe unica reazione.

M5S – Cesena

Più informazioni su