All’Ippodromo di Cesena Semifinale Tomaso Grassi Award – Superfrustino 2019

Più informazioni su

Il Tomaso Grassi Award – Superfrustino 2019 indossa i blue jeans per la semifinale riservata alle giovani leve, serata azzurro denim con dieci promesse del trotto italiano in pista a regalare agonismo e pillole di talento, le stesse mostrate in questo primo, incoraggiante, scorcio di carriera da figli d’arte sulle tracce di affermati genitori e da entusiasti under 30 forgiati da severi maestri di un “mestiere” antico ma in costante evoluzione.

Il virtuale ingresso in campo per la presentazione vede sfilare alla spicciolata Edoardo Loccisano, piemontese cresciuto agli ordini di Marco Smorgon dal quale ha ereditato l’amore per la Francia e il feeling con i campioni, è stata spesso sua l’interpretazione di Vivid Wise As e molte le vittorie con soggetti che il trainer di Givoletto ha forgiato a profusione.

A Gennaro Amitrano manca solo la vetrina classica per la consacrazione definitiva, campano doc come molti talenti ai vertici del trotto nazionale. Salvatore Cintura rappresenta la Sicilia e la scuola di famiglia, quella creata da Natale Cintura che nonostante le difficoltà del trotto in Regione spicca per dovizia di risultati al trotter di Siracusa.

Partenza al fulmicotone per la carriera di Francesco Tufano, l’erede del funambolico Vincenzo è un eccellente trainer (Oneghin Del Ronco) prestato alla guida, specialità nella quale sono emerse le sue doti non comuni con un rating assestato nei top 40 della classifica nazionale, mentre la recentissima partnership con Erik Bondo ha proiettato il bresciano Giuseppe Prestipino ad una nuova dimensione professionale che gradualmente lo sta portando ad interpretare in contesti di prestigio i numerosi primaserie del trainer danese.

Il podio classico è già nel curriculum di Ferdinando Minopoli grazie a Zarenne Fas e Zippy Freedom Lf, senza peraltro trascurare le numerose incursioni oltralpe nel solco segnato dal fratello Mario e con la supervisione di papà Salvatore.

Luigi Cuozzo e Crescenzo Maione sono i volti nuovi del trotto azzurro  che a suon di vittorie hanno meritatamente scalato le classifiche dopo una gavetta fatta di severi turni in scuderie e lunghe trasferte per correre nelle prove riservate agli allievi.

Figli d’arte ma con propositi di sorpasso nei confronti dei celebri genitori per i due Luca, Schettino e Lovera, catch di valore con la Francia nel cuore per il primo, erede di Giuseppe e nipote di Oreste che fu il compagno d’avventura dell’immenso Tornese, una solida ambizione da dividere tra i portacolori di casa e gli ingaggi da catch per il secondo, figlio del torinese doc Marino ai cui ordini sono assurti alla notorietà fior di soggetti come Dagoberto, Achita e Topkapi As.

La disamina del convegno prevede corse equilibrate e chance omogenee che caratterizzano le cinque sfide abbinate al challenge dedicato a Tomaso Grassi, con Luca Schettino e Azteco dei Greppi ai vertici del pronostico nel prologo, seconda della serata in ordine cronologico, mentre la forma al top di Amely Pan e Jody Dragon pare un buon viatico per la serata di Minopoli e Prestipino, poi, Loccisano e Power Treb su Naldo Benal con Minopoli, terze forze del campo sembrano Velvet Lux e Schettino.

Testimone ai cadetti alla quarta corsa con Cintura, Loccisano e Prestipino aiutati dalla buona sorte che in sede di sorteggio ha assegnato loro gli eccellenti Zeronuno Mmg, Zaffiro Top e Zar Degli Ulivi, mentre nell’handicap posto come quinta corsa del palinsesto Minopoli e Taiga Jet in dibattito aperto con il corregionale Cuozzo e la sua partner Star Grif Italia, con il possibile podio per Ushuaia Bi e Timast, guidate da Maione e Schettino.

“Dulcis in fundo” la corsa a maggior dotazione – Premio Happy Family Hotel -, che è spesso decisiva nella storia del torneo, sempre emozionante e nel frangente caratterizzata dalla notevole fattura tecnica, con Maione in possesso di una autorevole chance nel campione Specialess, ma con Cintura e Volcada Bar non lontani nella valutazione, il terzo arrivato sarà il frutto di una fase iniziale ad alta tensione tra Rugiada Sms, Radenska D’Aghi, Ur Tab Di Azzurra e Viller e di un epilogo che premierà il più fresco dei quattro.

Collaterali delle corse

Per autori in pista: Ospite Gabriele Papi
Martedì 23 luglio l’ospite della rubrica ‘Autori in pista’, condotta dal giornalista Paolo Morelli, sarà Gabriele Papi, ricercatore, scrittore e narratore di storie, leggende e tradizioni, presenterà il libro ‘La vera storia del fischietto di San Giovanni e una postilla dalla parte delle streghe’ edito da ‘Il Vicolo’ di Cesena.

Animazione: Hippoquiz, tutti i martedì
Per i turisti che arrivano ogni martedì all’ippodromo da Cesenatico, grazie all’accordo stipulato con ADAC ed Happy Family Hotel ma anche per il resto del pubblico presente al Savio, il divertimento è assicurato con “Hippoquiz”, il live quiz show dell’ippodromo. La partecipazione è gratuita per tutti ed è immediato, attraverso il teleconando wireless, rispondere alle domande poste dal presentatore. Quattro manche negli intervalli tra una corsa e l’altra ed un vincitore per ogni manche.

Più informazioni su