Formalizzata la concessione alla Holding CFC Spa dell’impianto sportivo Villa Silvia

Più informazioni su

Questa mattina a Palazzo Albornoz, alla presenza del notaio Marco Maltoni, dell’Assessore allo Sport Christian Castorri, dell’Ad della Holding Gianluca Padovani e di Stefano Severi, dirigente della Ragioneria del Comune, è stato formalizzato lo schema di contratto della concessione di due anni (30 giugno 2021) alla società Cesena Fc, oggi Holding CFC Spa, relativo all’impianto sportivo di Villa Silvia (atto indispensabile per la prossima iscrizione al campionato di Lega Pro). Di fatto si tratta di una formalizzazione di un contratto i cui effetti si sono sviluppati lo scorso anno con la consegna anticipata dell’intera area alla società stessa.

Il Comune dunque ha concesso in uso alla società Holding CFC Spa l’intero impianto sportivo di Villa Silvia, via Lizzano 2500 a Cesena, che dovrà essere utilizzato per attività sportive e per manifestazioni di tipo calcistico. L’impianto ha una capienza complessiva di 499 posti ed è costituito da 2 campi regolamentari, un terzo più piccolo, e di tutti gli altri spazi e servizi collocati entro le recinzioni esterne. Sono anche compresi nella concessione i beni mobili presenti all’interno dell’impianto.

Annualmente il concessionario dovrà versare al Comune un canone di 20 mila euro oltre Iva, nel caso in cui la squadra calcistica militi nei campionati italiani di serie D e C; di 40 mila euro oltre Iva in caso di promozione in serie B. In entrambi i casi, il canone dovrà essere versato in due rate semestrali anticipate entro la scadenza indicata. Inoltre, la Holding CFC Spa ha la facoltà, con preavviso di 30 giorni, di realizzare interventi di manutenzione straordinaria e di eseguire progetti di sistemazione o adeguamento.

RESPONSABILITÁ. La società è responsabile della custodia dell’impianto sportivo e del suo regolare uso; dell’osservanza di tutte le prescrizione e i divieti previsti dalla legge per evitare incidenti, danni o infortuni; del mantenimento in buono stato manutentivo ed efficienza dei campi da calcio, con le relative pertinenze, delle strutture, dei locali, di tutta l’impiantistica, delle attrezzature e di quant’altro ivi concesso; del controllo dell’ingresso degli utenti e degli addetti ai lavori, oltre al controllo e il rispetto, da parte di chiunque, della gestione e dell’uso dell’impianto sportivo concesso; dell’informazione tempestiva agli uffici tecnici comunali in caso di danni a strutture ed impianti; del contegno e della disciplina del pubblico, dei giocatori e di terzi durante le manifestazioni pubbliche, allenamenti, oltre a farsi carico dei danni cagionati da chiunque e derivanti da azioni vandaliche; del controllo volto ad impedire la manomissione degli impianti termici, elettrici e tecnologici in genere; del regolare possesso delle licenze, delle autorizzazioni prescritte dalla legge per l’utilizzo degli impianti sportivi e delle attività ivi svolte.

OBBLIGHI. Il Concessionario, a propria cura e spese, è tenuto a eseguire la sistemazione e la pulizia degli spazi interni e delle zone destinate al pubblico;  la manutenzione ordinaria; sgomberare la neve all’interno dell’impianto sportivo concesso, compresa la tribuna e le aree destinate al pubblico; eseguire la pulizia di eventuali scritte con idonei prodotti di tutte le parti strutturali; non utilizzare od occupare alcun locale come deposito di sostanze infiammabili e/o esplosive; non modificare le attuali destinazioni d’uso dei locali, se non a seguito di autorizzazione scritta del Concedente; rispettare la capienza dell’impianto sportivo.

“Con questo nuovo atto – commenta il Vicesindaco e Assessore allo Sport Christian Castorri – si dà ulteriore rilievo a come il Comune di Cesena ha accompagnato la nascita di questo nuovo sodalizio passo dopo passo e seguendo lo sviluppo delle vicende che oggi vedono la città rappresentata nel mondo del calcio in Lega Pro”.

 

Più informazioni su